Si parcheggia l’auto nei pressi del Rifugio Berni al Passo Gavia (m.2540), si scende per un evidente sentiero al torrente Gavia, si supera l’ex rifugio Gavia e seguiamo i segnavia 25-41 che conducono al ponte dell’Amicizia e quindi in val Dosegù. Il torrente che scorre sotto questo ponte raccoglie l’ acqua proveniente dalla Vedretta del Dosegù. Raggiunto questo Ponte il sentiero, sempre ben evidente e ben segnalato, diventa ripidissimo, si superano conche e colletti e si raggiunge il ghiacciaio di Punta Pedranzini (m. 3150). Ci si tiene sulla sinistra del ghiacciaio e si transita sotto le rocce dove è situato il bivacco Seveso. Si prosegue sempre su ghiacciaio fino a raggiungere un canalone detritico. Si svolta a sinistra e si risale questo canalone aiutati da alcune cordine metalliche e si raggiunge la cresta del Tresero. Raggiunta la cresta prendere a destra e in pochi minuti raggiungiamo la grande croce di vetta. Per la sola andata ci vogliono circa ore 4, adatta ad escursionisti esperti e con attrezzatura da ghiacciaio (corda – imbrago – ramponi- picozza) . Si consiglia questa ascensione da luglio a metà settembre.