Da Cevo: si raggiunge la pineta di Cevo (Bs) e parcheggiare nei pressi del campo sportivo (m.1100 circa). Ci si incammina su strada sterrata e in circa ore 1.30 si raggiunge località Fienili Musna. Il segnavia da tenere in considerazione è il n.93. Lasciata Musna ci si dirige verso Malga Corte (30 minuti da Musna). Raggiunta questa Malga proseguiamo sulla stradetta direzione Malga Dos Curù per abbandondarla presso una curva svoltando a destra (segnali bianchi e rossi) e salendo per sentiero (si può raggiungere anche la malga e nei pressi prendere la destra). Si continua la nostra escursione con discreta pendenza prestando attenzione alla segnaletica non sempre visibile. Si raggiunge quindi un’ ampia sella (m. 2432); svoltando alla nostra sinistra si raggiunge il Piz Olda, noi invece prendiamo la destra e attacchiamo la vetta seguendo un percorso su pietraia e raggiungendo la cima pianeggiante dopo circa ore 5 dal parcheggio. Panorama fantastico sul gruppo Adamellino, Frisozzo, Concarena, gruppo del Disgrazia e del Bernina. Escursione lunga ma senza difficoltà. Il periodo consigliato va da Giugno a Settembre.

Da Saviore dell’ Adamello (per Malga Corte): raggiungere Saviore dell’ Adamello, svoltare a sinistra direzione Fabrezza ma al tornante non svoltare a destra ma proseguire dritti per via Pian della Regina. Si supera baita Tassuà e si parcheggia ai bordi della strada nei pressi dei cartelli segnaletici (circa m. 1300). Non consideriamo l’ indicazione Pian della Regina che ci fa proseguire su strada ma noi seguiamo l’ indicazione Malga Corte (sv. 92). L’ escursione si snoda nel bosco e ci porta con circa ore 1 di cammino alla Malga Corte (m. 1816). Da qui l’ ascensione è la stessa di quella che parte da Cevo (sv. 93). Dal parcheggio ci si impiega circa ore 4 per la sola salita.

Da Saviore dell’ Adamello (per Malga Casentia): raggiungere Saviore dell’ Adamello, svoltare a sinistra direzione Fabrezza ma al tornante non svoltare a destra ma proseguire dritti per via Pian della Regina. Si supera baita Tassuà e si parcheggia ai bordi della strada nei pressi dei cartelli segnaletici (circa m. 1300). Dai cartelli segnaletici (indicazione Malga Casentia e Pian della Regina) ci incammina e in circa ore 1 raggiungiamo Malga Casentia (m. 1849). Dalla Malga si prende un sentiero non molto ampio e si risale tra cespugli sino a incontrare il bivio non segnalato per Passo di Coppetto. Lasciatolo sulla destra, si rimonta su terreno accidentato lo sperone meridionale del Pian della Regina raggiungendo una selletta in cresta. Si continua l’ ascensione salendo e prestando attenzione passando per sfasciumi e rocce friabili e raggiungendo la nostra vetta dopo circa ore 4 dalla partenza. Escursione adatta ad escursionisti esperti da farsi da Giugno e Ottobre.

Si può raggiungere Malga Casentia con un altra base di partenza. Raggiungere sempre Saviore dell’ Adamello, prendere la strada per Fabrezza per abbandonarla ben presto svoltando a sinistra e parcheggiare prima del divieto. Da qui in circa ore 1.15 (sv. 85) si raggiunge la Malga senza difficoltà.


E’ possibile in questa escursione conquistare due vette. Se seguiamo a ritrovo i percorsi “Cevo | Saviore per malga Corte  ” ritroviamo la selletta posta a metri 2432 e qui la risaliamo e per facile cresta e in circa 20 minuti (dalla selletta) raggiungiamo la vetta del Piz Olda (m. 2516). Poi per il ritorno scendiamo dall’ altra parte per un largo sentiero ben visibile che con ampi tornanti ci porta prima alla malga Dos Curù e poi alla malga Corte.