Raggiungere Borno (Bs) e all’entrata del paese dopo il ponte svoltare a destra ( per chi proviene dalla Vallecamonica ) e salire per una stretta e ripida strada asfaltata fino a raggiungere la località Navertino (poche possibilità di parcheggio quindi si consiglia di lasciare l’ auto qualche centinaio di metri prima). Chi possiede un fuoristrada può proseguire e raggiungere il Lago di Lova (m.1300 s.l.m. circa)(questo tratto ora è a pagamento). Partendo dalla località Navertino (circa m. 1000 s.l.m.) si segue una mulattiera abbastanza ripida e con 40 minuti di cammino si giunge nei pressi del lago di Lova. Si continua sempre sulla mulattiera fino all’ uscita del bosco. Giunti qui si svolta a destra e seguire le indicazioni per il Rifugio Laeng (2 ore da Borno/Navertino). Da qui prendere il sentiero che porta al Pizzo Camino per poi lasciarlo quasi subito svoltando a destra in direzione del Passo di Varicla ( m.2097- ore1.30 dal Rifugio ). Appena prima del Passo incontriamo la segnaletica che indica il Sossino. La salita avviene su sentiero ripido e esposto (in cresta quindi prestare attenzione) e con circa ore 1.15 si arriva in vetta. Escursione lunga e faticosa, facile fino al Passo quindi un poco impegnativa (da Borno circa ore 4.45), da fare da Giugno ad Ottobre.

E’ possibile salire anche con itinerario diverso pur sempre lungo parcheggiando l’auto a Villa di Lozio (questo itinerario è soprattutto scialpinistico).