La partenza di questo itinerario si trova a Gaver (raggiungibile dal Passo di Crocedomini e scendendo verso Bagolino). Si parcheggia nei pressi di un ristorante. Si attraversa il ponte sul torrente Caffaro e con una bella mulattiera ci si dirige verso la malga Bruffione (m.1752 – ore 1 ) con percorso che si svolge prevalentemente nel bosco. Da qui l’escursione diventa più ripida e scomoda. Si lascia la mulattiera e si svolta a sinistra risalendo un sentiero ripido fino a raggiungere Malga Casole. Proseguendo si va a toccare la forcella che scende dal monte Boia. Da qui si prosegue verso nord sempre più scomodamente su morena in direzione della visibile cima. Qui sono presenti resti della prima guerra mondiale. Il problema di questa escursione è che la segnaletica è quasi del tutto scomparsa e quindi prestare attenzione ai pochi segni bianchi e rossi rimasti. La salita alla vetta è di circa ore 4 ed è un itinerario per escursionisti esperti e da farsi da Giugno a Settembre.