Si sale in auto da Monno (Bs) al Mortirolo, non si deve raggiungere il Passo ma dopo l’ Albergo Alto svoltare a destra e percorrere la strada asfaltata Mortirolo-Pianaccio. Parcheggiare nei pressi di Malga Salina (m. 2100). Superata la Malga e dopo aver camminato per un brevissimo tratto sui sentieri n. 3 e 73a li abbandoniamo e svoltiamo a sinistra seguendo il segnavia 73b che purtroppo è quasi invisibile ma il percorso non è obbligato. Si raggiungono i resti dei trinceramenti della Prima Guerra e poi si sale ancora fino ad incontrare una traccia più netta di sentiero e proseguendo sulla sinistra con questa si oltrepassa una larga dorsale ricoperta dai rododendri entrando in Val Andrina. Con un semi-pianeggiante traversone si raggiunge il Lago di Grom Inferiore (2342 m – ore 0,45) dalle chiare acque verdi, con panorama sul Baitone e sull’Adamello. Tenendo il lago a destra, ci si porta sulla sponda opposta, si scende brevemente nell’erbosa vallecola ai piedi orientali della Cima Grom e la si risale subito sulla destra affiancando il ruscello. Tracce di sentiero portano ad uno stretto passaggio tra le rocce, appena a destra di una cascatella, dietro al quale inizia una sassosa conca sospesa. La si risale un poco per spostarsi ben presto a sinistra. Per visitare il lago superiore si deve abbandonare il segnavia (2414 m – ore 1,30) e spostarsi a sinistra.Torniamo sul sentiero lasciato in precedenza al centro della Valle in un pianoro torboso (qui c’ era il terzo lago di Grom) e ricominciamo a salire fino a raggiungere dopo circa 40 minuti (dal lago di Grom superiore) il Passo di Valle Andrina (m. 2658) che è posto tra il Monte Seroti e Dossoni. Ottima panorama sull’ Adamello, Baitone, Pagano, Conca Seroti e monte Serottini. Si scende ora nella Conca dei laghi Seroti con un primo tratto scosceso tra sfasciumi e ghiaioni. Lasciato questo tratto scomodo incontriamo il segnavia n. 73 e lo seguiamo verso nord (sinistra) prima con dolce pendenza per poi con un ultimo tratto ripido raggiungiamo il lago Storto (m. 2700 – il lago più grande). Dal passo ci impieghiamo oltre mezz’ora di cammino. Per il ritorno riprendiamo il sentiero n. 73 e scendiamo in direzione del Lago dei Seroti inferiore (m. 2180). Il primo tratto di discesa è dolce per poi proseguire invece su discreta pendenza e raggiungendo il lago inferiore dopo circa ore 1.30 dal lago Storto. Dal Lago inferiore continuiamo il nostro itinerario raggiungendo dopo circa 25 minuti un tratto acquitrinoso e lo seguiamo alla nostra destra raggiungendo Malga Salina (40 minuti dal Lago inferiore). Bellisima escursione con scarsa segnaletica per lo più facile (prestare attenzione però nella discesa ai Seroti). Da farsi da metà Giugno a fine Settembre.