Dal Rifugio Gnutti: parcheggiare al ponte del Guat (m.1528 ) in Val Malga, raggiungibile da Malonno (Bs) o da Rino di Sonico (Bs). Ci si incammina in direzione malga Premassone e dopo poco si prende il sentiero n.23 e si salgono le scale del Miller e in 1 ora e 45 minuti si raggiunge il Rifugio Gnutti (m.2166). Da qui si percorre sempre il numero 23 in maniera quasi pianeggiante fino ad incontrare a circa m. 2250 il bivio con il sentiero n.31 (che prenderemo). Si sale a sinistra rimontando il versante orientale del Corno di Cristallo con un zizzagante sentiero, tra magro pascolo sassoso, lastre rocciose e morena raggiungendo dopo circa ore 2 dal Rifugio il Passo di Cristallo (m.2885). Arrivati qui bisogna lasciare il sentiero e svoltare a sinistra (per chi proviene dal Gnutti) per raggiungere il Corno attraverso una cresta scomoda (prestare un pò di attenzione) in circa 20 minuti dal Passo. Escursione lunga di oltre ore 4 per la sola andata,nel complesso facile anche se sulla cresta finale c’è da prestare un poco di attenzione. Si consiglia questa ascensione da luglio a settembre.

Dal Rifugio Tonolini: parcheggiare al ponte del Guat (m.1528 ) in Val Malga, raggiungibile da Malonno (Bs) o da Rino di Sonico (Bs). Ci si incammina in direzione malga Premassone. Appena dopo si prende il segnavia n.13 che in ore 2.30 ci porta al Rifugio Tonolini (m.2450) senza difficoltà. Oltrepassato il Rifugio e costeggiato il lago Rotondo si segue il segnavia Cai n.1. Si cammina su magro mascolo, ghiaoni e rocce e si passa vicino al Lago Bianco (m.2512). Si raggiunge un bivio e lasciando il sentiero n.1 noi svoltiamo a destra e iniziamo il tratto più impegnativo di questa escursione raggiungendo il passo di Cristallo (m.2885) dopo aver superata alcuni tratti esposti (in alcuni punti sono presenti delle cordine metalliche) in circa ore 2 dal Tonolini. Dal Passo si svolta a destra (per chi proviene dal Tonolini) per raggiungere il Corno attraverso una cresta scomoda (prestare un poco di attenzione) in circa 20 minuti. Escursione lunga di circa ore 5 per la sola salita, adatto ad escursionisti esperti da farsi da luglio a settembre.