DA VIONE: Parcheggiare a monte di Vione (m. 1250), imboccare la strada asfaltata che si stacca sulla sinistra da quella per Cané. Dopo qualche centinaio di metri la strada si restringe e diventa sterrata. Raggiunta il primo bivio (dopo una cappella votiva) si prende a destra in direzione Premia. Si prosegue tra 2 file di muri ed in poco si è nella conca di Premia. Dalle baite il percorso prosegue tra larici verso sinistra, arrivando fino alle baite di Pigadoe. Proseguire fino a raggiungere le Case di Bles. Oltrepassate le case si prosegue su sentiero n. 66 tra larici e rododendri. Fuoriusciti dal bosco si sale in direzione Tor di Pagà. Ora salire in direzione della croce sommitale, ben visibile. Con un ultimo sforzo si sale fino in vetta. Escursione lunga per escursionisti ben allenati (oltre 1400 metri di dislivello solo di salita). Per arrivare in vetta ci vogliono oltre 4 ore di cammino. Ascensione consigliata nel periodo che va da giugno ad ottobre.

DA CANE’: Lasciata l’ auto nei pressi del cimitero di Canè (m. 1500 – frazione di Vione) si sale per la strada che si inoltra nell’ abitato e dopo aver oltrepassato un’ arcata a volta si prende a sinistra per un ripido viottolo acciotolato. Incontrata poco più in alto la strada asfaltata si segue la medesima sulla sinistra per pochi metri; si svolta poi a destra e salendo si arriva nella parte alta dell’ abitato. All’ incrocio, lasciata a destra una cappella votiva, si prosegue per pochi metri fino ad un altro incrocio. Qui noi prendiamo la sinistra e in breve tempo raggiungiamo le baite di Saline. Nei pressi della fontana si segue a sinistra l’ indicazione Cai Manerbio che indica la direzione per le Case di Bles che si raggiungono in circa ore 1.30. Da qui si si prosegue su sentiero n. 66 tra larici e rododendri. Fuoriusciti dal bosco si sale in direzione Tor di Pagà. Ora salire in direzione della croce sommitale, ben visibile. Con un ultimo sforzo si sale fino in vetta. Escursione consigliata ad escursionisti esperti di circa ore 3.45. Ascensione da farsi nel periodo che va da giugno ad ottobre.

VARIANTE PER LA DISCESA: in entrambi i casi è possibile, se non si vuole fare il ritorno per la stessa via della salita, scendere da un’ altra parte e raggiungere le case di Bles. Dalla vetta del corno di Bles si scende per il lato occidentale. La prima parte della discesa si effettua su sfasciumi, sassi e terricio molto scivolosi, poi su sentiero erboso fino a raggiungere il Bivacco Plazza Gerone. Da questo bivacco si svolta a sinistra seguendo la segnaletica e percorrendo un sentiero a mezzacosta si raggiungono le case di Bles in circa ore 1.30 dalla vetta.

Una precisazione: il corno di Bles (o cima Bles) non deve essere confuso con il monte Bles (m. 2823). Il monte Bles è raggiungibile dal corno di Bles solo con passaggi alpinistici su roccia. Sulla vetta del corno di Bles (la nostra escursione) è presente una grande croce metallica.