Raggiungere in auto la località di S.Apollonia – m. 1580 (si trova dopo Ponte di Legno per chi sale dalla Vallecamonica sulla strada che porta al Passo Gavia). Lasciata l’auto si attraversa il ponte sul torrente Frigidolfo. Prendere il sentiero n.54 e con discreta salita si inizia la nostra escursione. Ci si inoltra nel bosco di larici e rododendri e si raggiunge la Malga Somalbosco (m.1954) dopo circa ore 1.15. Si continua fino a raggiungere i m. 2159 della Malga Previsgai. Da dietro le costruzioni il sentiero prosegue nell’ aperto e solare pascolo in direzione nord-ovest entrando nella piccola Val Massa ove, a quota m. 2280 (dopo circa ore 2.30 dalla partenza) il nostro sentiero si immette con quello che proviene da Villa D’ Allegno. Ora il segnavia da seguire è il n. 55. Camminiamo sui resti di mulattiera di guerra raggiungendo dopo ore 3 da Santa Apollonia le Bocchette di Valmassa dove ci sono i più imponenti trinceramenti della prima guerra mondiale in Vallecamonica. Si prosegue, girando a destra, seguendo il segnavia che sale sulla cresta tra i resti di opere militari e che tra saliscendi e qualche facile passaggio roccioso ci porta sulla vetta (ore 1 dalle Bocchette). Escursione facile fino alle Bocchette mentre la salita in vetta è adatta per escursionisti esperti. Il periodo consigliato va da luglio a settembre ed il tempo per la sola salita è di circa ore 4. Per il ritorno si consiglia un’ alternativa; si scende in direzione opposta per prati in direzione della malga Previsgai. Durante questa discesa si costeggia il “trincerone” uno dei resti delle opere della Grande Guerra. Si raggiunge la malga Previsgai in circa 45 minuti dalla vetta e da qui si fa ritorno a Santa Appolonia con il sv.54.

Chiudi il menu