Parcheggiare al ponte del Guat (m.1528 ) in Val Malga, raggiungibile da Malonno (Bs) o da Rino di Sonico (Bs). Si sale al Rifugio Gnutti (m.2166) con il segnavia n.23 e in ore 1.30 lo si raggiunge. Si prosegue in dirizione della via attrezzata ” Terzulli ” da dove inizia la parte decisamente impegnativa consigliata ad escursionisti esperti con attrezzatura adeguata (imbragatura, corda, cordini, moschettoni, caschetto). Nella via sono presenti chiodi per l’assicurazione della cordata e per la corda doppia per la discesa (dall’ anno 2007 sono state anche messe delle catene nei punti più impegnativi – attenzione questa è una via attrezzata e non una classica ferrata). Superata la Terzulli si giunge al Passo dell’Adamello (m.3240 ). Da qui si piega a sinistra arrivando in breve al bivacco. Escursione di sola salita di circa ore 5 da effettuare da luglio a settembre con ottime condizioni meteo. Come già detto questa non è un’ escursione per tutti con passaggi su roccia di II grado.

Si consiglia di dividere l’ escursione su due giorni alloggiando al Rifugio Gnutti.

Dal Bivacco in circa 30 minuti si raggiunge la vetta del monte Adamello.