Bocchetta della Calotta m. 2958 e Bivacco F. Regosa

Da Ponte di Legno: La base di partenza per questa escursione è il Rifugio PetitPierre (m.1920) che si raggiunge da Ponte di Legno con la seggiovia oppure con fuoristrada (in questo caso attenzione perchè la strada è aperta in orari prestabiliti). Dal Rifugio si prende il segnavia n.40 che ci conduce alla conca di Pozzuolo con un sentiero pianeggiante in circa mezz’ora. Raggiuntala si continua sempre con il medesimo segnavia (attenzione a non prendere il n.41 che invece porta alla bocchetta di Casola) iniziando a salire ripidamente per raggiungere un’altra conca pianeggiante oltrepassata la quale il sentiero ricomincia a salire. Ad un certo punto si raggiunge un masso ove c’è la segnaletica che, a sinistra indica la Cima Salimmo, mentre a destra la Calotta. Noi seguiamo quello che indica la Calotta e con una salita ripidissima raggiungiamo la Bocchetta dei Buoi in circa ore 2.30 dal Rifugio Petit Pierre. Dalla Bocchetta si scende leggermente prestando un poco di attenzione in quanto il sentierino è esposto incontrando il sentiero che proviene dal Bivacco Spera. Si sale in un ambiente selvaggio ingombro di grossi massi fino a raggiungere il tratto finale dove è presente una corda di sicurezza  che ci aiuta a raggiungere il bivacco Francesco Regosa. Attenzione prima di quest’ ultimo tratto c’è un piccolo nevaio che in certi periodi si può superare facilmente ma magari ad inizio stagione necessita dell’ uso dei ramponi. Si raggiunge la nostra meta finale in circa ore 1.30 dalla Bocchetta dei Buoi e in circa ore 4 (solo per la salita) dal Rifugio Petit Pierre. Escursione adatta ad escursionisti esperti da farsi da luglio a settembre.

Da Malga Caldea: Parcheggiare a malga Caldea (m.1584), raggiungibile da Temù (Bs) attraverso una strada sterrata. Prendere il sentiero numero 43 che ci porta in circa ore 1.30 al bivacco Spera. Si sale ancora fino a incontrare il sentiero che proviene dalla Bocchetta dei Buoi (sv. 40) e continuare con quello. (tempistica e difficoltà come l’ itinerario descritto sopra).

Chiudi il menu