Parcheggiare l’auto a Fabrezza di Saviore dell’Adamello (Bs) (m.1458). Prendere il segnavia n.14 che in circa ore 2.30 ci condurrà al rifugio Prudenzini (m.2225). Fin qui l’escursione è elementare. Si lascia il Rifugio e sempre con lo stesso segnavia si prosegue in direzione del Passo di Salarno. Da qui l’ escursione diventa più impegnativa. Dal rifugio ci vogliono circa ore 2.30 di cammino su sentiero scomodo e morenico. Quando si raggiunge il Passo di Salarno (m.3168) si apre una scenario fantastico in quanto da qui inizia il Pian di Neve (ghiacciaio dell’Adamello). Nelle vicinanze del Passo è posto il Bivacco Giannantonj (6 posti letto). L’escursione è molto lunga ed è indirizzata ad escursionisti esperti e ben allenati. Da farsi da luglio a settembre. Dal Passo si può raggiungere la vetta del monte Adamello in circa ore 2 attraverso un ghiacciaio abbastanza crepacciato, quindi da fare solo in buone condizioni meteo e con attrezzatura da ghiacciaio legati in cordata.

E’ possibile raggiungere il passo Salarno e il BIVACCO anche dalla Val Adamè con percorso più impegnativo.